Un mare di grano (antico)

I nostri campi ci regalano spesso panorami affascinanti e rilassanti. Vogliamo condividere con te, il momento in cui il vento passa tra le spighe del nostro grano, muovendole in un modo che ricorda moltissimo le onde del mare (oltre al rumore del vento, in sottofondo puoi sentire anche il canto dei grilli).

Il nostro grano è di una qualità antica, chiamata triticale, che contiene meno glutine rispetto agli altri.

Diventerà poi cibo per le nostre mucche, infatti quando il grano giunge a maturazione, dopo la mietitura, viene conservato per un pò nei nostri silos. In seguito viene macinato in modo da diventare farina, e insieme al granoturco verrà poi dato alle nostre mucche da mangiare.

Niente viene buttato: infatti lo stelo e le foglie che non servono per la farina, vengono lasciate seccare, in modo da diventare paglia. Questa viene poi distribuita sul fondo della stalla, dove i nostri animali la usano un pò come giaciglio e un pò come lettiera.

Dopo un certo periodo viene tolta, infatti dopo la “permanenza” nella stalla, la paglia si mischia al letame delle mucche e diventa stallatico, che viene portato nei campi, in modo da concimare e nutrire la terra in modo naturale.

Completa così il suo ciclo, che comincia e finisce nel campo.

campo di grano dell'azienda agricola sottoboschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =

RSS
Follow by Email