Difficoltà nei nostri campi

Ciao!

Nei giorni scorsi abbiamo fatto delle passeggiate nei campi, tra un lavoro e l’altro. Abbiamo fatto delle foto ai nostri campi di granoturco, perchè volevamo raccontarti di come lo coltiviamo per poi farne diventare cibo per le nostre mucche.

Purtroppo, quando il mais era già bello alto e quasi pronto (come vedi nella prima foto in alto), sono passati i cinghiali, facendo un bel pò di danni e lasciando quasi nulla, come puoi vedere nella seconda foto in basso… 🙁

Siamo un pò delusi, perchè tutto il lavoro fatto è stato vanificato.

Purtroppo, negli ultimi anni queste situazioni accadono sempre più spesso, in quanto i cinghiali presenti in natura sono aumentati moltissimo, basta vedere i numeri: erano più di 300mila nel 2000, circa 900mila nel 2010 e oggi sono oltre un milione i cinghiali in Italia (numeri ufficiali dell’Ispra, derivati da censimenti quantitativi e non da stime basate su parametri aleatori). Tanto che, sempre più spesso, oltre che nei campi, si possono vedere anche nelle città.

Per questo motivo, nonostante le precauzioni prese (recintiamo con un filo elettrico molti dei nostri campi, per proteggere le colture dagli animali selvatici), capitano spesso casi come questo e gli agricoltori sono spesso lasciati senza aiuti o aiuti così bassi che non coprono neanche le spese vive di quanto perso.

Per questo motivo, nonostante amiamo il nostro lavoro e non lo cambieremo mai con nessun’altro, ogni tanto ci sono anche giorni più duri, con delusioni e frustazioni da superare.

Abbiamo pensato di condividere con te anche questo, per farti conoscere tutti gli aspetti della nostra vita: parti belle e difficoltà.

Per quanto riguarda noi, passiamo qualche momento di amarezza e poi… si va avanti, tra soluzioni alternative e concentrandoci sugli aspetti positivi che il lavoro che tanto amiamo ci regala quotidianamente.💪

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + venti =

RSS
Follow by Email